Dieci cose che…

Dieci verità tristemente note ai pendolari

Ogni mattina, un pendolare si alza e sa che avrà un mezzo da prendere. Ogni mattina, un conducente si alza e sa che deve fare del suo meglio per rovinare l’esistenza a tutti i pendolari possibili.

Che si viaggi in autobus, treno, tram o mezzi (infernali) pubblici vari, ci sono delle verità primordiali che una dura vita di ritardi e soppressioni ci ha insegnato. Se anche tu condividi questa infausta sorte, ecco le 10 verità tristemente note ai pendolari.

Treno-in-ritardo

#1: il treno non è mai in orario. Mai. Che sia un furto di rame sui binari, un suicida che ha scelto proprio il tuo treno sotto cui buttarsi (e indurre al suicidio anche tutti i viaggiatori), l’investimento di un animale selvatico, la caduta di un meteorite o infiltrati alieni a bordo, fatto sta: il treno medio DEVE fare ritardo. E se non c’è un valido motivo, si fermerà in un posto a caso nelle campagne brulle o in galleria, così, tanto per.

1 bis: Unica postilla al primo comandamento. Il treno sarà magicamente puntuale quell’unica volta in cui tu arrivi in stazione in ritardo. A quel punto spaccherà il secondo e anzi, a sfregio passerà anche con un po’ di anticipo, bruciando le stazioni intermedie. (altro…)

Annunci

10 cose che… gli amanti dei libri potranno capire

In occasione della Giornata Mondiale del libro, Post it dedica uno speciale della sua rubrica proprio a questo meraviglioso oggetto che ha nome libro, e che ha permesso a tutti noi di sognare, chi da una parte chi dall’altra della pagina. Ecco quindi le Dieci cose che…gli amanti dei libri potranno capire.

1. La tua borsa pesa 20kg e può fare invidia alla British Library di Londra.

2. Nel dilemma “cartaceo vs ebook” hai finito per scegliere entrambi, svuotando gli scaffali di Amazon ma continuando a girare con la borsa monumentale di cui al punto 1.

3. Anche a 99 anni, la biblioteca de La bella e la Bestia continuerà ad essere la tua scena cinematografica preferita.

4. Nonostante i ritmi forsennati di lettura, acquisti sempre più libri di quelli che riesci a leggere.

5. Le volte in cui hai fatto mattino senza accorgertene per finire un libro non si contano più.

6. Sei il sollievo di amici e parenti perché farti regali è semplicissimo.

7. Prima di scegliere un/una partner, lo confronti con i tuoi personaggi letterari preferiti.

8. Quando a scuola davano la lista di libri tra cui scegliere quelli per l’estate, tu li leggevi tutti.

9. A volte dici ai tuoi amici di avere altri impegni, invece resti a casa perché devi assolutamente finire quel libro.

10. Hai cambiato tanti hobby, passatempi e sport, ma sai che questa passione non morirà mai. 🙂

10 cose che… il vostro gatto vi direbbe, se potesse

Felini, croce e delizia. Se da una parte, accoccolati ai piedi del letto, sono l’emblema della quiete domestica, dall’altra la loro estrema indipendenza li porta spesso a essere tacciati di opportunismo e indifferenza. Ma cosa pensano davvero i nostri amici gatti? L’autrice di questo blog ha provato a immaginarlo. Ecco dunque le 10 cose che… il vostro gatto vi direbbe, se potesse.

 Garfield-garfield-26077854-262-256

1. “Il mio didietro è bellissimo”

Non c’è alternativa. La prima, primissima cosa che il nostro felino di casa ci direbbe riguarda proprio l’estrema avvenenza del proprio sedere. Perché altrimenti ostentarlo con tanta ostinazione quando ci salgono in braccio, sedendosi sempre in modo tale da spingercelo sotto il naso? Conscio di tanta soavità, il gatto di casa è così gentile da condividerla con il padrone, facendo sì che non possa, in nessun caso, sottrarsene.

2. “Padrone chi??” (altro…)